La facciata ventilata (o parete ventilata) è un particolare tipo di rivestimento perimetrale delle pareti che prevede l’applicazione a secco, sulla superficie esterna dell’edificio, di pannelli di opportuno spessore, non strettamente aderenti alla struttura. La facciata ventilata è caratterizzata essenzialmente dalla posizione dello strato di rivestimento esterno, che non aderisce alla parete di tamponamento ma ne risulta distanziato per formare un’intercapedine. In questo modo, si ottiene la circolazione naturale dell’aria nello spazio dell’intercapedine, per effetto del moto convettivo prodotto dalla presenza di aperture disposte alla base e alla sommità della facciata.

facciata_ventilata-estate-inverno1

La norma UNI 11018 definisce la ventilata come “un tipo di facciata a schermo avanzato in cui l’intercapedine tra il  rivestimento e la parete è progettata in modo tale che l’aria in essa presente possa fluire per effetto camino in modo naturale e/o in modo artificialmente controllato, a seconda delle necessità stagionali e/o giornaliere, al fine di migliorarne le prestazioni termoenergetiche complessive”.

 Vantaggi

Le facciate ventilate offrono svariati vantaggi quali: – lo strato termoisolante è protetto dall’umidità proveniente dall’esterno, – il movimento dell’aria nell’intercapedine contribuisce ad asciugare eventuali infiltrazioni d’acqua e ad allontanare il calore accumulato per irraggiamento solare nello strato di rivestimento, migliorando anche la termocoibenza della parete durante il periodo invernale. – L’applicazione della facciate ventilate richiede una progettazione che consideri attentamente gli scambi termici e la costruzione di particolari costruttivi atti a garantire il corretto funzionamento. La scelta progettuale degli specifici materiali con cui realizzare la pannellatura ventilata (ad esempio: pannelli compositi in alluminio, laminati plastici, pannellature ceramiche o laterizie, vetro, pannelli metallici), consente inoltre al progettista di raggiungere risultati estetici particolari.

Ventilated_wall_scheme

In sintesi

Isolando la parete strutturale esternamente i seguenti vantaggi si ottengono:

  • Ponti termici è alquanto ridotta, perché non vi siano interruzioni causate da solai. I dispositivi di fissaggio  utilizzati per fissare il rivestimento dell’edificio è trascurabile per gli standard internazionali  il  loro effetto ponte termico.
  • Le fluttuazioni di temperatura sono ridotti al minimo.
  • Condensazione interstiziale è impedita,  come la pressione del  vapore e la temperatura di condensazione è limitata dalla  cavità ventilata.
  • Il calore del sole viene dissipata in modo che la temperatura è disperso nella cavità, ventilato attraverso aperture.

eps-per-facciata-ventilata-1309960709-800x600

Svantaggi 

Una facciata ventilata è solitamente molto più costosa di altre strutture di pareti esterne, quali sistemi di isolamento termico  a cappotto.

Fase 1: montaggio degli ancoraggi  sulla  griglia modulare.

Escuadras_replanteo_fachada_reus_-_baja_res

Fase 2: Collegamento della coibentazione, installazione dei  profili portanti

750px-Fachada_ventilada_parque_de_bomberos_de_tortosa_(españa)

Fase 3: Applicazione del rivestimento

750px-Fachada_ventilada_parque_de_bomberos_de_tortosa_(españa)

Facciata finita

750px-Fachada_ventilada_sts_reus-_euronit_natura_-_constecnia_-_isolana_montajes

letture blackgoogle

 

 

NO COMMENTS